Golfo di Olbia e dintorni

ALLA SCOPERTA DEL GOLFO DI OLBIA

Il Golfo di Olbia si affaccia sulla costa tirrenica della Sardegna e prende il nome dall’omonima città di origini puniche, rivolta direttamente sull’insenatura. Con la sua conformazione geografica, che ricorda quella di un fiordo, il Golfo si estende da Capo Figari a Capo Ceraso e comprende al suo interno alcune tra le località balneari più rinomate dell’intera Isola. Grazie alle lunghe distese di sabbia fine, alle acque dalle mille sfumature e alla florida macchia, questa location viene ogni anno visitata dagli amanti del mare, della natura e dello sport, che qui trovano la loro culla ideale e la tipica ospitalità sarda.

Tra i lidi più incantevoli del Golfo di Olbia spiccano: Porto Taverna, con la sua spaziosa spiaggia di sabbia impalpabile, i fondali dolcemente digradanti e un suggestivo stagno, che lo rendono particolarmente attrattivo per la fauna endemica; Costa Dorata, un’area impreziosita da una lunga distesa di sabbia dorata, bagnata da acque tra l’azzurro e il verde smeraldo e la spiaggia di Marina Maria, nella frazione di Murta Maria, famosa per la ricca presenza di conchiglie dalle varie forme e dimensioni, assolutamente protette.

Il territorio dà inoltre modo di percorrere un itinerario ricco anche di attrazioni non legate alle bellezze naturalistiche, dando modo di passeggiare tra le vie dello shopping della Costa Smeralda, facilmente raggiungibile in pochi minuti di auto, gustare prelibatezze di mare in località da cartolina, come Porto Rotondo o visitare luoghi di interesse storico-culturare che decorano il Comune di Olbia, tra il centro città e il rinnovato porto turistico.

_

Olbia

OLBIA

Una città portuale dal cuore pulsante e dal grande passato

Olbia, con la sua posizione strategica, è la via d’accesso principale all’Isola e il motore economico della Gallura. Questa fiorente cittadina sul mare, può vantare una ricca storia con angoli del centro storico in cui affiorano vestigia del passato e numerosi reperti navali, custoditi oggi nel Museo del Mare, famoso per la sua architettura a forma di grande nave. Oltre che per il suo porto, dove ogni anno approdano più di tre milioni di turisti, Olbia è particolarmente apprezzata per le vie dello shopping, i mercatini d’artigianato e i numerosi locali che arricchiscono la via principale, Corso Umberto I.

13 km | 17 minuti in auto

_

Olbia: Basilica San Simplicio

SAN SIMPLICIO

La basilica del patrono di Olbia, dal semplice fascino romantico

La basilica minore di San Simplicio, dedicata al Patrono di Olbia, si trova nel cuore della città, a pochi passi da Corso Umberto I. Edificata tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo, la chiesa è il monumento religioso più importante della Gallura, grazie anche ai recenti scavi che hanno rivelato una sepolta antica necropoli. Presenta una facciata tripartita, in stile romanico, con interni decorati da lastre granitiche e sbiaditi affreschi, raffiguranti il Santo. Sotto l’altare, sono conservate ancora oggi le reliquie del Santo, rinvenute durante gli scavi archeologici della cripta.

13 km | 18 minuti in auto

_

Olbia: Chiesa San Paolo Apostolo

SAN PAOLO APOSTOLO

La chiesa dalla suggestiva cupola che spicca nella città

La chiesa di San Paolo Apostolo sorge nella parte alta del centro storico di Olbia e venne edificata durante il Medioevo sopra le rovine di un tempio pagano. L’edificio presenta un corpo rettangolare a tre cappelle che fa assumere alla struttura la forma di una croce. Di notevole rilevanza e peculiarità, la cupola, realizzata nel 1963, decorata con maioliche policrome disposte a mosaico, che consente di riconoscere e raggiungere la chiesa anche da grandi distanze. Tra i reperti conservati all’interno vi sono manufatti in argento come un’aureola e dei sandali risalenti al 1600.

13 km | 19 minuti in auto

_

Porto Rotondo - Costa Smeralda

PORTO ROTONDO

Un borgo riparato, pittoresco e colorato, tra ponti e opere d’arte moderna

Porto Rotondo è una delle frazioni più note di Olbia, tra le più “in” del Comune, frequentata da personaggi noti e appassionati di vela, che la scelgono come residenza estiva, sia per le sue piccole cale da favola che per la presenza di locali esclusivi. La sua conformazione, con ponticelli lignei, ricorda vagamente Venezia, terra natia dei Conti Donà dalle Rose, suoi fondatori, che scelsero questo come porto turistico in quanto insenatura naturale in grado di offrire ogni anno approdo sicuro a centinaia di imbarcazioni di lusso. La location è oggi abbellita dalla chiesa firmata dagli artisti Cascella e Ceroli.

28 km | 32 minuti in auto

_

Costa Smeralda

COSTA SMERALDA

Dove il turismo sardo ebbe inizio, il luogo della mondanità per eccellenza

Questo tratto di costa della Gallura, regione storica del nord-est Sardegna, è famoso in tutto il mondo per il suo mare cristallino, la sua architettura dai caratteristici colori e forme, la ricca offerta mondana e i suoi servizi d’altissima qualità. In pochi sanno però che questo angolo di paradiso non deve il suo nome a un ipotetico colore delle acque, bensì al Consorzio “Costa Smeralda”, creato nel 1962 dal principe Aga Khan, che scelse di ribattezzare questo territorio in onore di Esmeralda Mentasti, figlia del patron delle acque San Pellegrino, che tanto amava nuotare in questo mare.

37 km | 40 minuti in auto

_

Baja Sardinia

BAJA SARDINIA

Un  piccolo gioiello per una giornata spensierata o per partire alla scoperta

Baja Sardinia si contraddistingue per la sua forma a ventaglio, adornata dalle famose rocce levigate dal vento che creano le forme più disparate. Le acque turchesi e le distese di sabbia, hanno reso questa location, a partire dagli anni ‘50, uno dei punti di riferimento principali per gli amanti della Sardegna e della vacanza “attiva”. È qui infatti possibile praticare immersioni o windsurf, fare trekking alla scoperta delle vecchie batterie militari, partire dai porticcioli in direzione degli arcipelaghi circostanti, trascorrere piacevoli serate nei ristoranti in riva al mare o divertirsi negli storici club.

44 km | 45 minuti in auto

_